Fiori amari

Ieri ho sentito il desiderio di esprimere la mia vicinanza al popolo francese, colpito nel cuore di una delle città più amate al mondo. Ho deposto un mazzo di fiori sotto le finestre dell’Ambasciata francese a Baku, così come tanti cittadini azerbaigiani hanno sentito il dovere di fare.

Poi però mi sono chiesto: perché lo stesso gesto non l’ho fatto per le ambasciate irachena, siriana, libica, afgana, palestinese?

Forse in questa domanda sta qualche risposta al nostro sgomento e alle nostre paure.